MANIFESTO DEI VALORI

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese"

(art.3 della Costituzione della Repubblica Italiana)

 

 

Nel 2017 i cittadini e le cittadine di Curno saranno chiamati a rinnovare l’amministrazione comunale. È il momento più alto della nostra democrazia. Un momento cui non vogliamo e non possiamo sottrarci.

 

Nel 2012, dichiarammo che “il nostro obiettivo è creare un paese in cui sia bello per tutti vivere” perchè i cittadini e il loro benessere vengono per noi prima di tutto. La condizione – come prescrive l’art. 3 della Costituzione Italiana – è che siano assicurate a ogni cittadino, di ogni età e condizione, uguali opportunità.

 

Il cambiamento di una comunità è un processo lungo e continuo ed ora, di fronte ad una nuova sfida elettorale, si rende necessaria una proposta che coniughi continuità tra l’esperienza amministrativa e idee nuove di rinnovamento ma l’obiettivo e valori su cui fondarlo sono per noi immutati. Per questo motivo li ribadiamo.

 

Siamo fortemente convinti che sia compito dell'amministrazione comunale e favorire l'integrazione tra le diverse realtà di quartiere, tra le esigenze individuali e le realtà associate, tra i cittadini consumatori e le realtà produttive: solo il rapporto fecondo e non concorrenziale tra tutte queste componenti può creare i presupposti dell'essere comunità.

 

Vogliamo un paese che si apre al futuro, capace di prevedere e di riconoscere le trasformazioni, senza subirle passivamente, ma governandole attivamente. Un paese che è attento e rispettoso della sua storia, dei suoi abitanti, soprattutto gli anziani, ma altrettanto amorevole con i suoi figli, con chi verrà dopo di noi.

 

Vogliamo un paese che si apre al resto del mondo, quello che entra nelle nostre case attraverso i media, quello che si presenta alle nostre porte con gli sguardi e le mani di persone reali, quello che è diventato la nuova patria di chi non è nato a Curno e di chi, nato a Curno, oggi vive altrove.

 

Vogliamo un paese che si cura del suo territorio e della sua gente. Per questo favorisce l'integrazione dei vari ambienti - zone produttive, zone residenziali, parchi e aree verdi, centri di servizi – per determinare un miglioramento della qualità complessiva della vita. Per questo si assume il compito di coinvolgere e valorizzare le tante risorse presenti nella comunità, per rispondere ai bisogni di ciascun cittadino, non solo in termini di servizi, ma anche favorendo relazioni di cura, di solidarietà, di collaborazione, di mutuo aiuto nella comunità. Serve un’amministrazione che non sostituisce ma stimola e sostiene la cura reciproca e promuove la fiducia in sé stessi, nei propri valori, nelle proprie capacità e la fiducia nell’altro, come valore fondante della comunità.

 

Questo obiettivo richiede un metodo preciso: quello dell'ascolto, del coinvolgimento e della condivisione. Siamo convinti che i cittadini sono i protagonisti della propria storia e meritano il rispetto delle loro esigenze e delle loro aspettative. Spetta agli amministratori il compito e la responsabilità di compiere le scelte più utili e più necessarie, ma solo dopo aver condotto un confronto aperto e trasparente con la cittadinanza e con l'obbligo di comunicare con chiarezza i criteri adottati, le priorità individuate, gli obiettivi da raggiungere, le risorse finanziarie e umane a disposizione. Solo la partecipazione fa emergere nuove competenze al servizio della comunità.

 

Forte di questi valori comuni, il gruppo promotore di Vivere Curno si impegna ad amministrare con coesione, passione e rigore, nel rispetto e nella valorizzazione delle diverse opinioni, aperto fin d’ora all’apporto di tutte le persone disponibili al confronto che vogliano arricchire il gruppo con disponibilità e competenze diverse.

 

 

Curno, settembre 2016

Ti ritrovi nelle nostre idee e nei nostri obiettivi? Non Aspettare!